Prodotti da costruzione


Regolamento (UE) 09/03/2011 N. 305/2011 coordinato completo 

La libera circolazione delle merci, unita con la richiesta di sicurezza dei prodotti, ha portato inizialmente alla pubblicazione del DPR 21/04/1993, n. 246 in attuazione della direttiva europea 89/106/CEE.

Successivamente, anche per una maggiore elasticità nel potere realizzare prodotti privi di norma armonizzata, è stato emanato il Regolamento (UE) n. 305/2011 che ha abrogato la direttiva 89/106/CEE e, in quanto regolamento, non ha la necessità di decreti di recepimento, per cui esso è direttamente applicabile negli stati membri.

L’elenco delle norme armonizzate dei prodotti da costruzione col  periodo di coesistenza oltre il quale è obbligatorio il loro impiego è scaricabile al seguente link: https://ec.europa.eu/growth/single-market/european-standards/harmonised-standards/construction-products_it.

Argomenti trattati:
–  Strutture resistenti al fuoco
– Materiali con reazione al fuoco
– Porte, portoni ed altri elementi di chiusura
– Impianti e apparecchiature

DATANORMAARGOMENTO
16/06/2017D. Lgs. 16/06/2017, n° 106Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 305/2011, che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE.
21/01/2014Lettera Circolare 21/01/14, n° 643 Impiego del modello “MOD PIN- 2.3_2012_DICH. PROD” alla luce dell’entrata in vigore del Regolamento Prodotti da Costruzione n. 305/2011 (CPR).
09/03/2011Regolamento (UE) n. 305/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 09/03/11Regolamento (UE) n. 305/2011 del parlamento europeo e del consiglio del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio
04/07/2006Lettera Circolare 04/07/06, DCPST n° 5714Disposizioni comunitarie riguardanti la sicurezza in caso d’incendio. Nota informativa sulla direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”. Indicazioni applicative.
21/04/1993DPR 21/04/1993, n° 246Regolamento di attuazione della direttiva 89/106/CEE relativa ai prodotti da costruzione.
Strutture resistenti al fuoco
DATANORMAARGOMENTO
04/07/2022NOTA 04/07/2022, n° 9533Strutture sanitarie – chiarimenti interpretativi sul verso di apertura delle porte da usare in caso di esodo progressivo e sui requisiti delle porte tagliafuoco. (In merito ai requisiti delle porte tagliafuoco, il quesito riguarda le caratteristiche di reazione al fuoco delle loro soglie ed alla possibilità di variazione di esse. N.d.R.)
17/06/2022NOTA 17/06/2022, n° 8809Porte resistenti al fuoco ricadenti nel campo di applicazione del Regolamento (UE) n. 305/2011 sui prodotti da costruzione (CPR) – Porte pedonali esterne, porte e cancelli industriali, chiarimenti ed indirizzi applicativi – Precisazioni lettera circolare n. 16746 del 26/11/2019
06/11/2019Lettera Circolare 06/11/2019, n° 16746Porte resistenti al fuoco ricadenti nel campo di applicazione del Regolamento (UE) n.305/2011 sui Prodotti da Costruzione (CPR) – Porte pedonali esterne, porte e cancelli industriali, chiarimenti ed indirizzi applicativi. (Vedasi, in merito a cosa intendere per “porta esterna”, la Nota prot. n° 8809 del 17/06/2022. N.d.A.)
 16/01/2014Lettera Circolare 16/01/2014, n° 465Classificazione dei controsoffitti ai fini della resistenza al fuoco. Chiarimenti.
 27/12/2013Lettera Circolare 27/12/2013, n° 17381Qualificazione di resistenza al fuoco di protettivi da applicare ad elementi in acciaio.
19/11/2012Lettera Circolare 19/11/2012, n° 14229Impiego di prodotti e sistemi per la protezione antincendio delle costruzioni. (Inerente la possibilità di utilizzo di materiali di tipo innovativo attualmente sprovvisti di apposita specificazione tecnica armonizzata che ne consenta la valutazione, in particolare per il requisito essenziale n. 2 Sicurezza in caso di incendio. N.d.R.)
18/10/2012Sentenza CGUE 18/10/2012-GUUE n° C 3792/2 del 08/12/12Sentenza della Corte (Quinta Sezione) del 18 ottobre 2012 (domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Consiglio di Stato) – XXXX Srl/Ministero dell’Interno – (Causa C-385/10) -(Libera circolazione delle merci – Restrizioni quantitative e misure d’effetto equivalente – Rivestimenti interni dei camini e delle canne fumarie – Assenza di una marcatura di conformità CE – Commercializzazione esclusa)
23/07/2012Lettera Circolare 23/07/2012, n° 9663Validità dei rapporti di prova di resistenza al fuoco emessi in base alla circolare n. 91 del 1961. Chiarimenti applicativi.
04/04/2011Lettera Circolare 04/04/2011, n° 0004845Certificazione della resistenza al fuoco di elementi costruttivi (Sulla possibilità di utilizzare i rapporti di prova anche oltre le date di scadenza previste, N.d.R.)
18/05/2009Lettera Circolare 18/05/2009, DCPST/DCPREV, n° 0004853Disposizioni riguardanti i rivestimenti interni di camini/canne fumarie in materiale plastico (resine furaniche/termoindurenti). Indicazioni applicative.
15/12/2008Nota 15/12/2008 n. 14089Lettera Circolare n. 11635 del 24.10.2008 – Validità dei rapporti di Classificazione ai fini della resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi, emessi da Laboratori di altri Stati della UE o da Stati contraenti l’accordo SEE e la Turchia.
24/10/2008Lettera Circolare 24/10/2008 n° 11635Validità dei rapporti di classificazione ai fini della resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi, emessi da laboratori di altri Stati della UE o da Stati contraenti l’accordo SEE e la Turchia.
16/02/2007DM 16/02/2007Classificazione  di  resistenza  al  fuoco  di  prodotti  ed elementi costruttivi di opere da costruzione.
03/05/2000COMMISSIONE 03/05/2000 – 2000/367/CEDECISIONE DELLA COMMISSIONE del 3 maggio 2000 GUCE L 133/30 (ITA) del 6-6-2000 che attua la direttiva 89/106/CEE del Consiglio per quanto riguarda la classificazione della resistenza all’azione del fuoco dei prodotti da costruzione, delle opere di costruzione e dei loro elementi
12/06/1993Lettera Circolare 12/06/1993, n° P9734/4101 sott. 120Certificazioni resistenza al fuoco. (Sulla completezza della documentazione e sulle diciture particolari quale, per esempio per controsoffitti, “il presente certificato è valido per controsoffitti conformi al campione ed in assenza-di corpi illuminanti”. N.d.R.)
Materiali con reazione al fuoco
DATANORMAARGOMENTO
04/07/2022NOTA 04/07/2022, n° 9533Strutture sanitarie – chiarimenti interpretativi sul verso di apertura delle porte da usare in caso di esodo progressivo e sui requisiti delle porte tagliafuoco. (In merito ai requisiti delle porte tagliafuoco, il quesito riguarda le caratteristiche di reazione al fuoco delle loro soglie ed alla possibilità di variazione di esse. N.d.R.)
17/06/2022NOTA 17/06/2022, n° 8809Porte resistenti al fuoco ricadenti nel campo di applicazione del Regolamento (UE) n. 305/2011 sui prodotti da costruzione (CPR) – Porte pedonali esterne, porte e cancelli industriali, chiarimenti ed indirizzi applicativi – Precisazioni lettera circolare n. 16746 del 26/11/2019
06/11/2019Lettera Circolare 06/11/2019, n° 16746Porte resistenti al fuoco ricadenti nel campo di applicazione del Regolamento (UE) n.305/2011 sui Prodotti da Costruzione (CPR) – Porte pedonali esterne, porte e cancelli industriali, chiarimenti ed indirizzi applicativi. (Vedasi, in merito a cosa intendere per “porta esterna”, la Nota prot. n° 8809 del 17/06/2022. N.d.A.)
 16/01/2014Lettera Circolare 16/01/2014, n° 465Classificazione dei controsoffitti ai fini della resistenza al fuoco. Chiarimenti.
 27/12/2013Lettera Circolare 27/12/2013, n° 17381Qualificazione di resistenza al fuoco di protettivi da applicare ad elementi in acciaio.
19/11/2012Lettera Circolare 19/11/2012, n° 14229Impiego di prodotti e sistemi per la protezione antincendio delle costruzioni. (Inerente la possibilità di utilizzo di materiali di tipo innovativo attualmente sprovvisti di apposita specificazione tecnica armonizzata che ne consenta la valutazione, in particolare per il requisito essenziale n. 2 Sicurezza in caso di incendio. N.d.R.)
18/10/2012Sentenza CGUE 18/10/2012-GUUE n° C 3792/2 del 08/12/12Sentenza della Corte (Quinta Sezione) del 18 ottobre 2012 (domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Consiglio di Stato) – XXXX Srl/Ministero dell’Interno – (Causa C-385/10) -(Libera circolazione delle merci – Restrizioni quantitative e misure d’effetto equivalente – Rivestimenti interni dei camini e delle canne fumarie – Assenza di una marcatura di conformità CE – Commercializzazione esclusa)
23/07/2012Lettera Circolare 23/07/2012, n° 9663Validità dei rapporti di prova di resistenza al fuoco emessi in base alla circolare n. 91 del 1961. Chiarimenti applicativi.
04/04/2011Lettera Circolare 04/04/2011, n° 0004845Certificazione della resistenza al fuoco di elementi costruttivi (Sulla possibilità di utilizzare i rapporti di prova anche oltre le date di scadenza previste, N.d.R.)
18/05/2009Lettera Circolare 18/05/2009, DCPST/DCPREV, n° 0004853Disposizioni riguardanti i rivestimenti interni di camini/canne fumarie in materiale plastico (resine furaniche/termoindurenti). Indicazioni applicative.
15/12/2008Nota 15/12/2008 n. 14089Lettera Circolare n. 11635 del 24.10.2008 – Validità dei rapporti di Classificazione ai fini della resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi, emessi da Laboratori di altri Stati della UE o da Stati contraenti l’accordo SEE e la Turchia.
24/10/2008Lettera Circolare 24/10/2008 n° 11635Validità dei rapporti di classificazione ai fini della resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi, emessi da laboratori di altri Stati della UE o da Stati contraenti l’accordo SEE e la Turchia.
16/02/2007DM 16/02/07Classificazione  di  resistenza  al  fuoco  di  prodotti  ed elementi costruttivi di opere da costruzione.
03/05/2000COMMISSIONE 03/05/2000 – 2000/367/CEDECISIONE DELLA COMMISSIONE del 3 maggio 2000 GUCE L 133/30 (ITA) del 6-6-2000 che attua la direttiva 89/106/CEE del Consiglio per quanto riguarda la classificazione della resistenza all’azione del fuoco dei prodotti da costruzione, delle opere di costruzione e dei loro elementi
12/06/1993Lettera Circolare 12/06/1993, n° P9734/4101 sott. 120Certificazioni resistenza al fuoco. (Sulla completezza della documentazione e sulle diciture particolari quale, per esempio per controsoffitti, “il presente certificato è valido per controsoffitti conformi al campione ed in assenza-di corpi illuminanti”. N.d.R.)
Porte, portoni ed altri elementi di chiusura
DATANORMAARGOMENTO
04/07/2022NOTA 04/07/2022, n° 9533Strutture sanitarie – chiarimenti interpretativi sul verso di apertura delle porte da usare in caso di esodo progressivo e sui requisiti delle porte tagliafuoco. (In merito ai requisiti delle porte tagliafuoco, il quesito riguarda le caratteristiche di reazione al fuoco delle loro soglie ed alla possibilità di variazione di esse. N.d.R.)
17/06/2022NOTA 17/06/2022, n° 8809Porte resistenti al fuoco ricadenti nel campo di applicazione del Regolamento (UE) n. 305/2011 sui prodotti da costruzione (CPR) – Porte pedonali esterne, porte e cancelli industriali, chiarimenti ed indirizzi applicativi – Precisazioni lettera circolare n. 16746 del 26/11/2019
06/11/2019Lettera Circolare 06/11/2019, n° 16746Porte resistenti al fuoco ricadenti nel campo di applicazione del Regolamento (UE) n.305/2011 sui Prodotti da Costruzione (CPR) – Porte pedonali esterne, porte e cancelli industriali, chiarimenti ed indirizzi applicativi
26/07/2007CHIARIMENTO 26/07/2007, n° P939/4122/1 sott. 3Attività turistico ricettive. Efficienza delle porte REI di vecchia installazione. – Quesito.
21/06/2004DM 21/06/04Norme  tecniche e procedurali per la classificazione di resistenza al fuoco ed omologazione di porte ed altri elementi di chiusura.
17/07/2003CHIARIMENTO 17/07/2003, n° P780/4122 sott. 55Porte REI.
22/10/2001Lettera Circolare 22/10/2001, n° NS7014/4101 sott. 140/1Utilizzazione di porte resistenti al fuoco.
20/04/2001DM 20/04/2001Utilizzazione  di porte resistenti al fuoco di grandi dimensioni.
28/02/2000DM 28/02/2000Utilizzazione di porte resistenti al fuoco di grandi dimensioni
17/05/1999DM 17/05/1999Utilizzazione di porte resistenti al fuoco di grandi dimensioni.
30/01/1999DM 30/01/1999Proroga del termine previsto dal primo comma dell’art. 2 del decreto ministeriale 16 febbraio 1998, recante la disciplina per l’utilizzazione delle porte resistenti al fuoco diverse dal prototipo omologato.
27/01/1999DM 27/01/1999Resistenza al fuoco di porte ed altri elementi di chiusura. Prove e criteri di classificazione.
22/11/1997Lettera Circolare 22/11/1997, n° 6664/4101D.M. 14 dicembre 1993 concernente “Norme tecniche e procedurali per la classificazione di resistenza al fuoco ed omologazione di porte ed altri elementi di chiusura” – Estensioni dell’omologazione.
05/01/1995Circolare 05/01/1995, n° 1D.M. 14 dicembre 1993 concernente “Norme tecniche e procedurali per la classificazione di resistenza al fuoco ed omologazione di porte ed altri elementi di chiusura”. Estensioni dell’omologazione.
14/12/1993DM 14/12/1993Norme tecniche e procedurali per la classificazione di resistenza al fuoco ed omologazione di porte ed altri elementi di chiusura.
05/10/1992Circolare 05/10/1992, n° 17176/4101Aggiornamento delle certificazioni rilasciate dal Centro Studi ed Esperienze e dai Laboratori Ufficiali autorizzati dal Ministero dell’Interno, in applicazione della Norma CNVVF/CCI UNI 9723 “Resistenza al fuoco di porte ed altri elementi di chiusura – Prove e criteri di classificazione”.
19/04/1988Lettera Circolare 19/04/1988, n° 7853/3356/1Validità delle certificazioni di resistenza al fuoco concernenti le porte.
Impianti e apparecchiature
DATANORMAARGOMENTO
19/05/2016D. Lgs. 19/05/2016, n° 85Attuazione della direttiva 2014/34/UE concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative agli apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva.
22/08/2006Lettera Circolare 22/08/2006, DCPST, n° 6651Disposizioni comunitarie riguardanti la sicurezza in caso d’incendio. Nota informativa sulle direttive 90/396/CEE “Gas”, 94/9/CE “ATEX”, 97/23/CE “PED”, 98/37/CE e 2006/42/CE “Macchine”, 95/16/CE “Ascensori”. Indicazioni applicative. (All. 2 inerente la direttiva “ATEX”, e All. 4 inerente le “Macchine” per il servizio e la lotta antincendio. N.d.R.).
27/01/2006DM 27/01/2006Requisiti  degli  apparecchi,  sistemi  di  protezione  e dispositivi utilizzati  in  atmosfera  potenzialmente  esplosiva,  ai sensi della direttiva  n. 94/9/CE, presenti nelle attività soggette ai controlli antincendio.
21/03/2005DM 21/03/2005Terzo   elenco   riepilogativo   di   norme  armonizzate  concernente l’attuazione  della  direttiva  94/9/CE  in  materia  di apparecchi e sistemi  di  protezione  destinati  ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva.
20/12/2001DM 20/12/2001Disposizioni relative alle modalità di installazione degli apparecchi evacuatori di fumo e calore.
23/03/1998DPR 23/03/1998, n° 126Regolamento recante norme per l’attuazione della direttiva 94/9/CE in materia di apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva. (Abrogato e sostituito dal D. Lgs. 19/05/2016, n° 85 – c. 1 dell’art. 26 – . N.d.R.)

Copyright © 2013 tuttoprevenzioneincendi.it. Tutti i diritti riservati.
© 2024 tuttoprevenzioneincendi.it