Maniglioni antipanico


Se hai un minuto da dedicarci ci piacerebbe conoscere il tuo parere sul sito compilando il modulo a questo link.

Dei maniglioni antipanico, spesso, non si conoscono alcuni aspetti.

  • Il DM 03/11/2004, che tratta dei dispositivi per  l’apertura  delle  porte installate lungo le vie di esodo, chiarisce che:
    • col termine “dispositivi di apertura manuale” (in seguito dispositivi) sono da intendere qualunque tipo di dispositivo di apertura manuale (classica “maniglia”);
    • nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi possono esserne installatI di due tipi: conformi alle UNI EN 179 o alle UNI EN 1125 (in base all’affollamento ed all’uso dei locali. v. art. 3 del  DM 03/11/2004);
    • tutti i dispositivi devono essere marcati CE (anche quelli installati in data antecedente all’entrata in vigore del decreto);
  • il classico maniglione antipanico è quello conforme alle norme UNI EN 1125, mentre quello relativo alle UNI EN 179 è più simile alla maniglia ma con caratteristiche diverse;
  • come maniglioni antipanico esistono quelli con barra a spinta e quelli con barra a contatto (la normativa italiana attualmente non fa differenza fra le due anche se è preferibile quella con barra a spinta);
  • non tutti i maniglioni antipanico possono essere installati sulle porte resistenti al fuoco o con tenuta al fumo (Tale ultima caratteristica, indicata con simbolo S è già prevista dalle norme italiane, come il DM 16/02/2007, e viene ripresa dal DM 03/08/2015, Codice di Prevenzione Incendi).

dispositivi conformi alle UNI EN 179

dispositivo conforme alle UNI EN 1125

  • con barra a contatto

  • con barra a spinta

Possibilità di installazione su porte resistenti al fuoco o a tenuta al fumo

 I dispositivi riportano un codice a 10 cifre (precedentemente a 9 cifre), ognuna delle quali con un preciso significato.
Senza entrare nel dettaglio di tutte le cifre, si ha:

quarta cifra 

  • Grado 0 = non adatto a porte tagliafuoco-antifumo
  • Grado A = adatto a porte antifumo 
  • Grado B = adatto a porte tagliafuoco-antifumo 

 nona cifra

  • Grado B = maniglione antipanico  con “barra a contatto”
  • Grado A = maniglione antipanico con  “barra a spinta”

Esempio nuova classificazione:

quarta cifra = A: adatto per porte antifumo (ma non a porte resistenti al fuoco)
nona cifra = A: antipanico azionato da barra a spinta

Nella precedente classificazione, a 9 cifre, era:

quarta cifra 

  • Grado 0 = non approvato per porte resistenti al fuoco
  • Grado 1 = approvato per porte resistenti al fuoco

nona cifra

  • Grado B = maniglione antipanico  con “barra a contatto” 
  • Grado A = maniglione antipanico con  “barra a spinta” 

Esempio precedente classificazione:

quarta cifra = 1: adatto per porte resistenti al fuoco
nona cifra = B: antipanico azionato da barra a contatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013 tuttoprevenzioneincendi.it. Tutti i diritti riservati.
© 2024 tuttoprevenzioneincendi.it