Dichiarazione di corretta installazione e funzionamento dell’impianto – DICH. IMP.


Il modello DICH. IMP. va utilizzato in sostituzione del modello riportato nel DM 37/2008 solo nel caso di impianti non ricadenti nel campo di applicazione di cui all’art. 1 p. 2 e art. 2 del  DM 22/01/2008 n° 37 (per esempio è utilizzabile per gli impianti di controllo fumi) come precisato dalla nota prot. n° 14720 del 26/11/2012 ed al p. 3.2 del DM 20/12/2012

Vediamo alcuni aspetti del modello da considerare per la sua compilazione.

Figura 1

Note

1.   La dichiarazione va effettuata dal titolare della ditta installatrice e non da un professionista

2.   Le singole pagine vanno siglate

3.   Ogni modello va utilizzato per un solo impianto

4.   Inserire la denominazione dell’impianto (per esempio impianto di evacuazione naturale di fumo e calore)

5.   Inserire una descrizione dell’impianto (per es. edificio servito, numero di evacuatori, ecc.)

6.   L’impianto deve essere realizzato a seguito di un progetto redatto da tecnico abilitato iscritto al proprio albo professionale e tali dati vanno riportati nell’apposita area del modello

7.  Alla dichiarazione di conformità va allegato quanto previsto in questa sezione. Tali allegati non vanno consegnati al Comando VV.F. ma vanno a fare parte del fascicolo da rendere disponibile presso l’indirizzo indicato nella Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013 tuttoprevenzioneincendi.it. Tutti i diritti riservati.
© 2024 tuttoprevenzioneincendi.it