ATTIVITÀ 71

Aziende ed uffici con oltre 300 persone presenti. 

 

N.

ATTIVITÀ

(DPR 151/2011)

CATEGORIA

A

B

C

71

Aziende ed uffici con oltre 300 persone presenti.

Fino a 500 persone

Oltre 500 e fino a 800 persone

Oltre 800 persone

Equiparzione con le attività di cui all’allegato ex DM 16/02/82

89

Aziende ed uffici nei quali siano occupati oltre 500 addetti

Principali differenze fra le attività di equiparazione

La nuova attività, per l’assoggettamento ai controlli di prevenzione incendi, riduce il numero di individui da considerare (da 500 a 300), e, anziché agli “addetti”, fa riferimento alle “persone presenti”.

 

Per tali immobili è stato emanato il DM 22 febbraio 2006 valido per edifici e/o locali destinati ad uffici con più di 25 presenze.

Per gli archivi cartacei in edifici non vincolati possono essere impiegati, quali utili riferimenti, i paragrafi specifici riportati nel decreto stesso.

Argomenti

Normativa principale

  -  Norme specifiche

 

 

 

  -  Codice di prevenzione incendi

  -  DM 22/02/2006: Norma specifica di prevenzione incendi per gli uffici

 

 

 

-  DM 03/08/2015: Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. (Codice di prevenzione incendi. N.d.R.)

-  DM 08/06/2016: Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di ufficio, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

 

 NORME SPECIFICHE  

DATA

NORMA

ARGOMENTO

22/02/2006

DM 22/02/06

Approvazione  della  regola  tecnica  di  prevenzione  incendi per la progettazione,  la  costruzione  e  l’esercizio  di edifici e/o locali destinati ad uffici.

19/06/2006

Lettera Circolare 19/06/06, n° P694/4122 sott. 66/A

D.M, 22 febbraio 2006 recante “ Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio di edifici e/o locali destinati ad uffici”. Chiarimenti ed indirizzi applicativi.

08/05/2007

Lettera Circolare 08/05/07, n°P571/4122 sott. 66/A

D.M. 22 febbraio 2006 recante “Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio di edifici e/o locali destinati ad uffici”. Chiarimenti. (1: sul campo di applicazione per modifiche all’esistente; 2:sul punto 3.1.3 inerente la possibilità di inserire altre attività nel caso di edifici di tipo isolato; 3: sull’ipotesi di considerare le armadiature e le pareti mobili come archivi o depositi; 4: sul dovere considerare o meno la reazione al fuoco delle pareti divisorie del tipo non a tutta altezza. N.d.R.)

03/07/2007

CHIARIMENTO 03/07/07, n° P657-751/4122 sott. 66

Quesiti su attività uffici.  DM 22 febbraio 2006 (1: sul campo di applicazione; 2: sul punto 6.1: affollamento; 3: sui punti 3.1.3. e 4.1. lett. b: comunicazioni; 4: sul requisito di isolamento; 5: sugli uffici di pertinenza di altre attività. N.d.R.)

31/01/2008

CHIARIMENTO 31/01/08, n° P128/4183 sott. 10/B2

D.M. 12 aprile 2004 - Accesso e comunicazioni dei locali di installazione di impianti cucine e lavaggio stoviglie alimentati a gas metano – Quesito.

11/11/2010

CHIARIMENTO 11/11/10, n° 15958

D.M. 22 febbraio 2006 - fabbricati e/o locali adibiti ad uffici. (Riporta tre quesiti inerenti: 1) la possibilità di utilizzo di scale ad uso promiscuo solo per uffici di tipo 1; 2) il numero minimo di scale in edifici a più piani destinati ad uffici di tipo  2, 3, 4, 5.; 3) il modo di classificare gli uffici in base al numero delle presenze in edifici di tipo misto. N.d.R.)

21/05/2013

CHIARIMENTO 21/05/13, n° 6959

Rinvii al D.M. 16/02/1982 effettuati da regole tecniche di prevenzione incendi. (Relativo  a quali attività considerare quando una regola tecnica, preesistente all’entrata in vigore del DPR 151/2011, rinvii alle attività dell’abrogato DM 16/02/82 o si riferisca genericamente alle “attività soggette a controllo” e, per esclusione, “non soggette”. N.d.R.)

22/05/2013

CHIARIMENTO 22/05/13, n° 7090

 Uffici – sussistenza dell’attività n. 71 del D.P.R. 151/2011. Quesito (Relativo all’assoggettabilità ai controlli di prevenzione incendi di un’azienda con oltre 300 persone presenti distribuite su due palazzine separate ed isolate, ai fini antincendio, dove però ogni singola palazzina ne conta meno di 300. N.d.R.)

 

CODICE DI PREVENZIONE INCENDI  

DATA

NORMA

ARGOMENTO

03/08/2015

DM 03/08/2015

Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. (Codice di prevenzione incendi. N.d.R.)

08/06/2016

DM 08/06/2016

Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di ufficio, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.